fb

ig
Ep. 56: Dove mi conviene prenderlo Cyberpunk 2077? Probabilmente in culo
00:00

Dove mi conviene prenderlo Cyberpunk 2077? Probabilmente in culo

Dove conviene comprare Cyberpunk 2077? Se non hai vissuto le scorse, boh, 48 ore sotto una roccia, sai benissimo che la risposta è grossomodo “ommiddio non su console per l’amor del cielo“. Su PS4 e Xbox One il gioco, semplicemente, non gira. Va un po’ meglio su PS4 Pro e Xbox One X, dove più o meno gira come girerebbe sulle console di nuova generazione se foste uno di quei bagarini che è riuscito a comprarsi PS5. Prende comunque cazzi in faccia dalla versione PC. Addirittura da quella Stadia, che peraltro fino al 18/12 con l’acquisto del gioco regala la Premiere Edition. Su console Cyberpunk 2077 assomiglia a Max Payne. Ma non in proporzione, a Max Payne come gira ora su PS4.

CD Projekt Red è riuscita nell'incredibile impresa di rendere Google Stadia un'opzione. Ecco le proporzioni di quel disastro venduto come Cyberpunk 2077

death stranding è lo strandinglike di kojima
Gold È quella fase dove idealmente finisce il crunch per la versione discata del tuo giochino e inizia quello per la patch del day one.

La puzza di merda si sentiva da mo’, diciamocelo. L’ultimo rinvio, molto probabilmente, è stato causato proprio dalle versioni per console del giochino. La versione PC era praticamente pronta, ma essendo zompata l’approvazione per la day one patch CD Projekt è stata costretta a rinviare l’uscita. Poco dopo aver annunciato tutta fiera che finalmente il gioco era entrato in gold, ma dettagli. Silenziamo quella vocina che grida pericolo, sono gli eroi che non fanno i DLC e pisciano le microtrasazioni, dai. L’azienda in tutto questo tempo non ha mostrato tipo mai la versione console. E anche quando è stato il momento di mandare le key ai vari SpaccioGames a circolare è stata sempre la versione PC. Risultato: chiunque e sua sorella gli ha dato 9, segnalando qualche sporadico bug ma dicendo che oh, dai, siamo tutti adulti e vaccinati, dobbiamo sapere andare oltre queste facezie tecniche.

E già qui, sinceramente, mi girano i coglioni. E non me ne frega un cazzo se usare espressioni così dirette non è dabbene o potrebbero offendere la sensibilità di qualche scribacchino, perché sentirmi dire che la tecnica non è tutto da chi ha ammazzato decine di progetti perché all’uscita non erano pronti mi dà il vomito. Ben venga che hai cambiato idea, ben venga che ti sei pentito di aver stroncato Nier – facile farlo dopo che Automata ha alzato più coppe della Juve da quando è tornata in serie A, ma vabbè. Però abbi le palle di fare un mea culpa. Pubblico, dichiarato. Se fai così vieni solo percepito come l’ennesimo paraculo con la lingua talmente ficcata nel culo delle zaibatsu che senti il sapore delle loro tonsille.

Ma il problema non è nemmeno quello. Il problema è che adesso che su PS4 il gioco gira di merda stai facendo finta di nulla

Sei lì che minimizzi, che mi dici che dai, non è poi così male. Se stringi gli occhi non sembra di star giocando uno Skyrim con le lucette. E lo stai facendo perché semplicemente ti stai cacando addosso alla sola idea di andare contro la software house che è la beniamina del pubblico. È lo stesso motivo per cui ti sei battuto il cazzo del caso Cybercrunch, per cui hai girato la testa davanti ad ogni singola tattica predatoria dell’azienda. Non ti hanno voluto mandare la versione console e anziché dire a quegli stronzi che ti seguono che oh, ‘sta storia non promette nulla di buono hai pure reso grazie al PR. E di conseguenza a me viene voglia di invocare le BR.

Sei lì che davanti a tutte le criticità del sistema in cui vivacchi ti limiti a far spallucce. Ti hanno fatto recensire un gioco in modo sub-ottimale, scegliendo arbitrariamente che versione darti. Suggerendoti che missioni giocare per uscire entro la scadenza dell’embargo perché oh, va che ti perdi un gozzilione di click. Il risultato è che hai dovuto crunchare quanto un cazzo di polacco laureato in informatica al grido di il lavoro rende liberi. E per cosa? Per la solita recensione generica che dice tutto senza dire niente, con la beffa che poi dici anche cose inesatte. Perché hai giocato su una piattaforma per privilegiati e con una versione che non è quella del day one, e poco importa che ci vada molto vicino.

CD Projekt t'ha messo il cazzo in faccia e la tua risposta è stata domo arigato

Hades è quel giochino bellino che non ti sei cagato per via di Cyberpunk 2077, ma è colpa mia
Hades? È quel giochino bellino che mi ha lasciato tanto ma non sono riuscito a venderti. E la colpa è mia, deve esserlo. Perché è inutile avere due siti, un podcast e fare ventordici live se poi non salvo le cose in cui credo davvero.

È inutile che poi mi fai il piangina perché t’è piaciuto tanto Hades ma l’utenza forcaiola ha votato Ghost of Soia come GOTY. È successo perché è da anni che non parliamo più la loro lingua, e mi ci metto di mezzo pure io. Non perché mi ritenga un collega o pensi di essere qualcuno, ma perché scrivo di giochini da quasi un quarto della mia vita. E non sono mai riuscito a salvarne nessuno, si chiamasse Evolve o Death Stranding. Il massimo che ho ottenuto è stato un accanna, perché oh, ok che è l’Unico Vero HiDio, ma c’hai rotto. Sai perché succede? Perché ci ostiniamo a voler tenere all’interno i panni sporchi. Perché i PR che ti mandano i giochini sono l’incudine, e l’utenza che non vuole capire che sono solo giochini è il martello.

Tu sei preso in mezzo, e molto spesso ti pieghi a logiche predatorie perché l’alternativa è andare per stracci. Il risultato è che ogni articolo pre-uscita di Cyberpunk 2077 che hai ribattuto è stato preso dai fondamentalisti del gioco come un’offesa alle loro madri. Negli ultimi mesi ho sentito uscire da quelle cloache che chiamano bocche abomini tipo che il crunch è un problema esasperato e chissà quante altre supercazzole perché CD Projekt Red è quella che non fa DLC e microtransazioni. Quanto rido se qualche mese nell’online di Cyberpunk ci becchiamo le lootbox.

Poi quando è il momento di tirare fuori le palle ci fermiamo. Nemmeno la forza di riportare il parere di qualche altro portale. Il gioco gira su PC eh, lì è tuttappo’. Compratelo su Stadia, così non hai rotture di cazzo. Prendilo su quella next-gen che non c’è nei negozi e stringi gli occhi. Sai che? No. Non dovresti prendere un gioco che è uscito in queste condizioni se giochi su console. È una delle più grandi truffe della generazione che s’è appena chiusa, costruita sul sangue e gli straordinari e le medicine di gente che non vedrà la luce del sole ancora per una vita.

Vuoi vedere quanto fa schifo la tana del Bianconiglio? Beccati una live di due ore che non si caga nessuno [cit.]

Il risultato è che alla fine della fiera Cyberpunk 2077 conviene prendercelo in culo. Tutti, da chi i videogiochi li comunica a chi li consuma. Perché è uno dei più grossi fallimenti di massa a cui abbia avuto il dispiacere di assistere, impotente e ridotto al silenzio da una e dall’altra parte ogni volta che provavo a ribellarmi. CD Projekt Red ha preso in giro sia gli addetti ai lavori che gli utenti, che sono le stesse persone che in queste ore si stanno inventando le peggiori supercazzole per giustificare l’ingiustificabile.

Che dite, a ‘sto giro lo diciamo basta
e proviamo a costruire delle alternative quantomeno credibili?

livello d'attesa
bignami per pigri
CD Projekt Red ha scoperchiato il vaso di Pandora. Solo che è un vaso che assomiglia un sacco ai nostri culi, e la stampa ci ha messo pure la vasella.
top&flop
> In Google stanno sciabolando
> Qualche mese di crunch e te lo giochi tranquillo su PS5

> Cioè, forse
Ne vuoi ancora? Nessun problema...